Siamo ospiti non graditi? Intervista ad Antonello Fiore, Presidente SIGEA

Siamo ospiti non graditi? Stiamo creando un habitat inospitale a noi stessi? Stiamo capendo i messaggi che il nostro pianeta ci sta inviando o ancora sottovalutiamo la loro importanza? Ma soprattutto, c’è una consapevolezza reale della situazione ambientale?

In questa interessante intervista ad Antonello Fiore, presidente di S.I.G.E.A. (Società Italiana di Geologia Ambientale), si discutono tematiche importanti legate alla situazione ambientale che, come sappiamo ormai da decenni, sembra essere sempre più preoccupante.

 

“Dobbiamo iniziare a riflettere se quello che abbiamo fatto fino alla situazione pre-Covid 19 è stato utile alla sopravvivenza della nostra specie o se siamo quei mammiferi che stanno cambiando il loro habitat rendendolo inospitale a se stessi” – afferma il Dr. Antonello Fiore, presidente della SIGEA, intervistato da Conosceregeologia.

Basti pensare al rischio che corrono oggi quelle specie fondamentali al nostro ecosistema a causa del crescente inquinamento, alla riduzione degli habitat, al depauperamento dei mari, al disequilibrio demografico e ad altri elementi che interferiscono con le caratteristiche fisiche e ambientali che permettono ad una determinata specie di vivere.

Soffermandoci su questi due mesi trascorsi atipicamente dalla popolazione mondiale, ci rendiamo conto del tentativo che la natura attua, quasi come per mandarci un messaggio. “La natura in poco tempo si riappropria degli spazi perduti e la componente ecologica della biosfera si riequilibra” – rimarca Antonello Fiore. Lo abbiamo visto in questa “pausa” globale e giustamente non ci stancheremo mai di ricordarlo.

Proprio per questo non dobbiamo dimenticare che la natura ospita la nostra vita e che i cambiamenti profondi che stiamo determinando influiscono “di rimbalzo” sul genere umano, manifestandosi con avvenimenti spesso incontrollabili. Profondi sì, e non recuperabili.

“Lo spirito di osservazione invita a conoscere, la conoscenza produce consapevolezza, la consapevolezza produce tutela e, approfondendo, anche valorizzazione”. Niente di più vero poteva ricordare Antonello Fiore, perché alla base ci deve essere la conoscienza, l’informazione, di cui associazioni come Conoscere Geologia e S.I.G.E.A. si fanno carico.

Dobbiamo sensibilizzare l’umanità e tutelare il pianeta, per le nostre vite, per le generazioni attuali e in prospettiva futura, evitando di rimandare il compito ai nostri successori.

Guarda l’intervista ad Antonello Fiore

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *