etna

Etna, 19 febbraio 2021. Terzo episodio parossistico in tre giorni.

Etna, 19 febbraio 2021. Terzo episodio parossistico in tre giorni.

 Nella mattinata del 19 febbraio 2021 è avvenuto il terzo episodio eruttivo parossistico al Cratere di Sud-Est dell’Etna in altrettanti giorni, dopo un tempo di quiete durato circa 35 ore. Preceduto da un trabocco lavico dalla bocca orientale sul versante est del cono iniziato poco prima delle 9 della mattina, contemporaneamente a una graduale intensificazione…

Etna, un nuovo parossismo illumina la notte – VIDEO INGV

Etna, un nuovo parossismo illumina la notte – VIDEO INGV

Etna,18 febbraio 2021. Un nuovo parossismo illumina la notte. GUARDA IL VIDEO dell’INGV Dopo solo 30 ore dallo spettacolare episodio parossistico al Cratere di Sud-Est dell’Etna, nella tarda serata del 17 febbraio 2021 si è osservato un nuovo aumento dell’attività esplosiva e l’inizio di un trabocco lavico che, dallo stesso cratere, si è riversato verso…

Etna. L’importanza della comunicazione dell’INGV nel corso di parossismi eruttivi

Etna. L’importanza della comunicazione dell’INGV nel corso di parossismi eruttivi

Etna. L’importanza della comunicazione dell’INGV nel corso di parossismi eruttivi. “L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia è ben organizzato per affrontare queste fenomenologie eruttive“, spiega Fabio Florindo, Presidente facente funzioni dell’INGV.   Eventi eruttivi parossistici come quello avvenuto ieri pomeriggio all’Etna non costituiscono certo una novità per quel vulcano, che negli ultimi decenni ha prodotto…

Etna. Attività vulcanica del 13-14 dicembre 2020

Etna. Attività vulcanica del 13-14 dicembre 2020

Ieri sera l’Osservatorio Etneo dell’INGV ha registrato un repentino aumento dell’ampiezza del tremore vulcanico, accompagnato da un incremento dell’attività stromboliana al Cratere di Sud-Est dell’Etna. Prima fase Nella tarda serata del 13 dicembre 2020, le reti di sorveglianza dell’Osservatorio Etneo dell’INGV hanno registrato un repentino aumento dell’ampiezza del tremore vulcanico, accompagnato da un incremento dell’attività…

Il movimento del fianco orientale del Monte Etna: una valvola e una sentinella delle eruzioni parossistiche e della risalita del magma.

Il movimento del fianco orientale del Monte Etna: una valvola e una sentinella delle eruzioni parossistiche e della risalita del magma.

Evidenziato il processo interattivo tra la risalita dei magmi, le eruzioni e lo scivolamento verso il mare del fianco orientale dell’ Etna, spesso associato ad eventi sismici. Questo il risultato raggiunto nello studio di un team di ricercatori dell’INGV e dell’ISPRA.   Roma, 11 agosto 2020 Lo scivolamento del fianco orientale dell’Etna agisce come una…

Etna. Attività vulcanica del 19 aprile 2020

Etna. Attività vulcanica del 19 aprile 2020

Ieri mattina un episodio di attività stromboliana al Nuovo Cratere di Sud-Est dell’Etna   Nella mattinata del 19 aprile 2020, al Nuovo Cratere di Sud-Est dell’Etna è avvenuto un episodio di attività stromboliana e modeste fontane di lava, accompagnate da emissione di cenere. Questa attività è iniziata intorno alle ore 09:15 (locali), e ha generato…

Etna, ricostruita la dinamica che ha creato le condizioni  per la risalita del magma in superficie

Etna, ricostruita la dinamica che ha creato le condizioni per la risalita del magma in superficie

Con un studio condotto da INGV e OGS, ricostruite le possibili condizioni strutturali che nell’Etna hanno consentito il trasferimento del magma dalle profondità fino in superficie L’area in cui sorge l’Etna e le zone sommerse adiacenti sono caratterizzate dalla presenza di faglie “trascorrenti” (ovvero con un movimento orizzontale) di scala regionale, la cui attività ed…

Nuova attività dell’Etna

Nuova attività dell’Etna

Nuova attività dell’Etna del 30 maggio 2019. L’INGV ha registrato, a partire dalle ore 21:00 locali del 29 maggio 2019, un incremento dell’ampiezza del tremore vulcanico. Le stazioni di monitoraggio dell’Osservatorio Etneo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV-OE) hanno registrato, a partire dalle ore 21:00 locali del 29 maggio 2019, un incremento dell’ampiezza del…

Etna, lo sciame sismico di dicembre potrebbe aver esaurito l’energia del magma

Etna, lo sciame sismico di dicembre potrebbe aver esaurito l’energia del magma

Lo sciame sismico che ha accompagnato per giorni l’ultima eruzione dell’Etna, quella verificatasi lo scorso 24 dicembre 2018, potrebbe aver rallentato la risalita del magma, accumulato in una sorgente a circa 5 km di profondità, limitando l’entità dell’eruzione stessa. È questa l’ipotesi avanzata da uno studio a cura dei ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e…

Il terremoto sull’Etna del 26 dicembre e la rottura della faglia di Fiandaca

Il terremoto sull’Etna del 26 dicembre e la rottura della faglia di Fiandaca

Con una nota stampa l’INGV ha comunicato che il terremoto del 26 dicembre ha prodotto la rottura della faglia di Fiandaca con fagliazione superficiale per circa 8 km, da Acicatena sino a Monte Ilice Il 26 dicembre 2018 si è verificato un terremoto di magnitudo Mw 4.9 localizzato sul fianco orientale dell’Etna ad una profondità di meno di 1…